Pangoccioli 2.0 – il metodo Tang Zhong

Pᴀɴɢᴏᴄᴄɪᴏʟɪ 2.0 – ɪʟ ᴍᴇᴛᴏᴅᴏ Tᴀɴɢ Zʜᴏɴɢ🍫⁣


⁣Mi sono chiesta a lungo se questo tanto decantato metodo Tang Zhong valesse o meno la pena di essere provato. E ad essere del tutto sincera, la prima volta che lo avevo provato nella sua veste classica, Hokkaido Milk Bread, non mi aveva poi cosi entusiasmata😏⁣

⁣Si lo so, fila, è morbidissimo, ma di sapore non mi aveva aggiunto nulla di cosi straordinario da eleggerlo pane dell’anno. Avevo vissuto questa ricetta un pò come un trend Instagram con più apparenza che sostanza.⁣

⁣Ma veniamo ad oggi. Eh si, perché da quella prima prova sono passati quasi due anni🤣!!⁣

⁣Ho avuto modo di rivisitare la ricetta, di aggiungere la giusta quantità di burro, che nella vita si sa, cambia la prospettiva😎🙈🤣, di allungare la lievitazione e il risultato mi ha folgorato🤩!!⁣

⁣Sono molto orgogliosa😎 della mia ricetta dei Pangoccioli pubblicata 2 anni fa💪🏻, ma quella di oggi è una ricetta davvero diversa, una di quelle che “is going to blow your mind🤯” come direbbero gli inglesi. ⁣

⁣Una versione più scioglievole, più decadente rispetto alla prima🤩. Perfetta per tutte quelle volte in cui si ha bisogno di una piccola grande coccola e ci si prende il tempo di realizzarla😎.⁣

⁣Si lo so, ho detto “Burro” non demonio😈, se state subito pensando alle calorie vi devo rassicurare! Le quantità e gli ingredienti rispecchiano in pieno la prima ricetta e in un Pangocciolo ci sono meno di 7g di burro🤓, sapevatelo🤣⁣

⁣Visto che ero certa di non riuscire a spiegarvi la differenza e l’incredibile morbidezza di questi Pangoccioli 2.0 a parole, ho chiamato in mio soccorso la settima arte🎬. Perché si sa un’immagine vale più di mille parole😎.⁣

⁣Godetevi il rallenty del momento catartico dello “spezzamento del pangocciolo” e correte poi a leggere la ricetta😘⁣

⁣P.s. Anche con l’aiuto della 7°arte si aprono sempre dove nun se devono aprii😏, sarà conformazione😎🤣

Pangoccioli 2.0
Stampa Pin
No ratings yet

Pangoccioli 2.0 - il metodo Tang Zhong

⁣Una nuova versione dei miei Pangoccioli, più scioglievole, più decadente rispetto alla prima🤩. Perfetta per tutte quelle volte in cui si ha bisogno di una piccola grande coccola e ci si prende il tempo di realizzarla😎
Portata Colazione, Dolci, Pane
Cucina Internazionale, Italiana
Keyword cioccolato fondente, Pane al latte, Pangoccioli
Preparazione 30 minuti
Cottura 20 minuti
Porzioni 12 paninetti

Equipment

  • Marisa, spatola
  • Pentolino dal fondo spesso
  • Ciotola capiente
  • Fruste elettriche o planetaria
  • Pellicola trasparente
  • Teglia da cupcake in alluminio, misura standard
  • Gratella

Ingredienti 

Per il Roux al latte

  • 20 g Farina 00 (noi RIEPER Gialla, 13g Proteine)
  • 100 ml Latte Intero

Per l'impasto principale

  • 300 g Farina 00 (noi RIEPER Gialla, 13g Proteine)
  • 30 g Zucchero Semolato
  • 20 g Lievito di Birra (fresco (o 7g di secco))
  • 10 g Latte in polvere (o latte condensato, o Galatine rese polvere)
  • 110 ml Latte Intero (temperatura ambiente)
  • 1 Uovo (allevamento all'aperto, temperatura ambiente)
  • 2 g Vaniglia Bourbon
  • 80 g Burro (pomata a temp. ambiente per lavorazione finale)

Per la finitura

  • 120 g Cioccolato fondente (in pezzi grandi, max 150g)
  • qb Latte (spennellare prima di infornare)

📖 Istruzioni 📖

  • Con questa ricetta riuscirete a ricreare 12 paninetti di circa 75g l'uno. Per comodità ho voluto cuocere i pangoccioli all'interno della teglia da muffin in alluminio, ma se preferite potete tranquillamente adagiarli su una semplice teglia da forno.
  • Al contrario di quanto si potrebbe pensare, la ricetta non è difficile da realizzare, però richiede un pò di tempo a diposizione ed un buon impastatore che renda il lavoro più semplice😉.

Preparazione del Roux al Latte

  • In un pentolino dal fondo spesso sciogliete la farina nel latte e cuocete il composto a fuoco medio basso. Continuate a cuocere e mescolare il composto finche non otterrete un impasto simile ad una besciamella molto densa.
    RIEPER Gialla 00
  • Raccogliete il vostro Roux e trasferitelo in una ciotolina a raffreddare.

Per l'impasto principale

  • Sciogliete il lievito di birra con un piccola parte del latte, aggiungete lo zucchero e tenete da parte mentre preparate il resto degli ingredienti.
  • All'interno di una ciotola capiente versate la farina, il sale, la vaniglia ed il latte in polvere (ovviamente anche lievito in polvere se avete scelto questa opzione). Mescolate bene il tutto e formate una fonatana.
  • Versate l'uovo nella parte restante del vostro latte, mescolate con cura e versatelo all'interno della vostra fontana. Aggiungete alla fontana anche il lievito sciolto assieme allo zucchero ed il piccolo roux che ormai dovrebbe essere arrivato a temperatura.
  • Lavorate l'impasto per ~ 10 minuti o finche non risulterà elastico e ben liscio. Questo è il momento giusto per iniziare ad aggiungere il burro morbido un pezzetto alla volta. Non si aggiunge altro burro finche il precedente pezzetto non è stato assorbido completamente dall'impasto.
  • Lavorate cosi l'impasto fino a fargli assorbire tutto il burro.

1° Lievitazione

  • Ora avete due possibilità per la prima lievitazione:
    1) Comprire l'impasto e lasciarlo a temperatura ambiente fino a raddoppio (circa 3 ore)
    2) Comprire l'impasto con uno strappo di carta cucina ben strizzato, avvolgerlo in pellicola e riporlo in frigorifero a lievitare per una notte (circa 10-12 ore)
  • Personalmente trovo che lasciar riposare l'impasto in firgorifero renda la lavorazione successiva molto più semplice e soddisfacente, ma a voi la scelta.

Inserimento della Cioccolata e 2° Lievitazione

  • Prima di prendere il vostro impasto vi consiglio di preparare al meglio la vostra teglia per la cottura. Se usate una semplice teglia vi basterà ricoprirla con della carta forno o con un tappettino di silicone microforato. Se come me avete intenzsione di usare la teglia da muffin in alluminio vi consiglio di imburrare attentamente ogni cavità e di creare due piccole striscioline di carta forno e di posizionarle ad X all'interno della cavità. Le due striscioline di carta forno fungeranno da linguette e vi aiuteranno ad estrarre i pangoccioli ancora caldi dalla teglia per farli raffreddare sulla gratella 😉, il tutto senza scottarvi!
  • Una volta che il vostro impasto avrà lievitato spolverizzate appena un velo di farina sul vostro piano di lavoro ed aprite l'impasto con le mani, aggiungete i pezzetti di cioccolato e lavorate il composto finche non avrete distribuito uniformemente il cioccolato.
  • Pesate il vostro impasto e create 12 pallette da circa 70-75g l'una. Pirlate i pezzetti di impasto in modo da renderli tutti bene tondi e riponeteli nella vostra teglia per la 2° lievitazione.
  • I pangoccioli lieviteranno per circa 30-40 minuti a temperatura ambiente in un luogo asciutto e al riparo da correnti d'aria o fonti di calore.

Cottura

  • Una volta che i vostri pangoccioli avranno raddoppiato in volume accendete il forno e fatelo arrivare a 180°C. Nel frattempo spennellate la superficie dei vostri pangoccioli con un pò di latte o se preferite una superficie più lucente e scura con tuorlo e latte.
  • I pangoccioli cuoceranno a 180°C in modalità statica per 20 minuti finchè non risuletranno ben dorati. Sfornateli e lasciateli intiepiedire per 5-7 minuti poi trasferiteli su una gratella a raffreddare completamente.
  • I pangoccioli si mantengono soffici e morbidi per 2-3 giorni se conservati correttamente all'interno di un contenitore ermetico o una scatola di latta lontano da fonti calore o luce. Prima di riporre i vostri pangoccioli vi consiglio di farli raffreddare completamente!
  • Potete stare tranquilli ,non hi mai visto sopravvivere fino a oltre le 48 ore una tale piccola quantità di pangoccioli 🤣! Il loro profumo è talmente accattivante😍, funziona molto meglio del canto delle sirene 😎🤣!

Note

Per dare una spinta in più a questa ricetta vi consiglio di usare del cioccolato a pezzetti e non gocce di cioccolato. Se non trovate il cioccolato giusto in vendita usate la vostra tavoletta di cioccolato preferito e tagliatela a pezzetti di 1-1,5cm.
Per mio gusto personale adoro usare cioccolato fondente, ma se preferite potete usare del buon cioccolato al latte. In quel caso per evitare che si sciolga mentre lo lavorate vi consiglio di effettuare la prima lievitazione in frigorifero per una notte.
La lievitazione in frigorifero per una notte non è obbligatoria, ma vivamente consigliata 😎. Personalmente mi aiuta anche a suddividere bene i tempi della ricetta😉, ma a voi la scelta!

Related Posts

Muffin ai Lamponi e Fondente con Craquelin

Muffin ai Lamponi e Fondente con Craquelin

⁣Oggi vi presento la mia versione di Muffin con Lamponi, gocce di cioccolato e topping croccante di Craquelin allo zucchero integrale ! Con lo stesso procedimento potrete sbizzarrirvi con i gusti che preferite e con combinazioni praticamente infinite…

Biscotti Brownies al Caffè

Biscotti Brownies al Caffè

⁣Sono croccanti fuori, morbidi e decadenti dentro, per nulla dolci e con un intenso sapore di cioccolato e caffè☕️❣️. Un vero must per tutti gli amanti dei sapori decisi e poco dolci!!⁣