Pomodori ripieni di Riso

Pomodori ripieni di Riso⁣

A Roma si dice spesso “non me mette prescia” quando si vuol far capire a qualciuno che non ci deve stressare per farci fare qualcosa di fretta 😜. E’ un termine parecchio usato e da cui deriva anche il detto “La gatta presciolosa fece li mici ciechi”.

A dispetto di molti eruiditi etimologi, che fanno risalire questo termine al latino, vi racconto oggi che la parola ha ben altre origini 😁

⁣Infatti risale al carnevale romano dell’epoca papalina, in cui era usanza far correre alcuni cavalli berberi senza fantino dall’obelisco di quella che oggi è piazza del popolo fino a palazzo Venezia, per quella che allora era la via Lata ed oggi è conosciuta come via del Corso. Su questa strada c’erano quasi tutte le residenze dei nobili romani, che si divertivano a seguire la competizione dai balconi dei loro bei palazzi sfoggiando i ricchi abiti carnevaleschi 😬🎭. Ebbene, in barba ai maltrattamenti agli animali, per far correre di più i cavalli veniva loro applicata sotto la coda una manciata di pece (chiamata in romano appunto “prescia”) mista ad erbe urticanti, pepe e peperoncino, che spesso veniva anche accesa per ottenere …risultati migliori.🤦‍♂️😬

⁣Ecco allora spiegata l’etimologia di un modo di dire che a Roma è così comune (anche nella sua forma più colorita, che evitiamo di riportare 😂) e che vi raccontiamo per farvi capire quanto la fretta sia poco auspicabile e proficua, soprattutto in cucina.⁣

⁣L’esempio ? Questi Pomodori al Riso in cui il ripieno viene preparato lasciando il Riso a riposare assieme al Pomodoro 🍅 a pezzi, al suo succo ed ai suoi semi, Aglio fresco, Basilico🌱 tagliato a mano e Olio extravergine di Oliva. Il tutto deve riposare tranquillamente per almeno in paio d’ore, meglio se 4-5, perchè i sapori si compenetrino nei chicchi di riso e poi risaltino dopo la cottura, portando quel meraviglioso gusto e soprattutto quel profumo così inebriante 🤩

⁣Un consiglio allora ? Non vi fate mai incantare da ricette o metodi che abbattono i tempi promettendo miracoli ! Il tempo e la cura che investirete nei piatti lo ritroverete tutto dopo con gli interessi …senza prescia è meijo ⁣😉😆👍🏻

Se vi interessa  allora investire un poco di tempo per preparare questa squisitezza senza prescia, eccovi la semplice ricetta da seguire


Stampa Pin
0 da 0 voti

Pomodori ripieni di Riso

La ricetta per preparare queste famose squisitezze estive con tanto sapore in più !
Portata Piatto Unico, Primi Piatti
Cucina Italiana
Keyword Cucina Romana, Riso
Preparazione 5 ore
Cottura 1 ora
Tempo totale 6 ore
Porzioni 8 Pomodori
Calorie 369kcal

Ingredienti 

  • 8 Pomodori (Ramati, scelti tra i più grandi)
  • 16 tbs Riso (Carnaroli semi integrale o Arborio)
  • 8 Spicchio di Aglio
  • 8 tbs Olio Extravergine di Oliva
  • Basilico
  • Pepe Nero

per le Patate

  • 4 Patate
  • 2 tbs Olio Extravergine di Oliva
  • 1 rametto Rosmarino

📖 Istruzioni 📖

  • Cominciamo con il lavare accuratamente i Pomodori, tagliandoli e non staccandoli dal ramo, in modo da lasciare un cm o due di picciolo attaccato.

Per ogni Pomodoro

  • Mettiamo il Pomodoro sul lato e pratichiamo un taglio verticale netto e preciso a circa 2 cm dal picciolo, in modo da ottenere il “coperchio” di quello che sarà il nostro Pomodoro ripieno. Mettiamo da parte il nostro coperchio
  • Con un coltello piccolo e a punta, pratichiamo un taglio conico in alto, in sorrispondenza del picciolo, in modo da asportare la parte più dura ottenendo un piccolo cono che andrà buttato
  • Con lo stesso coltello pratichiamo ora un taglio obliquo che parta dal bordo del Pomodoro ed arrivi circa a ¾ della sua profondità. E’ molto importante stare attenti a non tagliare la superficie
  • Togliamo con le dita il contenuto del Pomodoro, sempre facendo molta attenzione e non rovinare o forare la superficie. Versiamo polpa, acqua e semi in una ciotola in cui mano a mano metteremo tutto il risultato dello svuotamento dei Pomodori
  • Ora , aiutandoci con un cucchiaio, raschiamo la parte interna del Pomodoro che avremo già semi svuotato, togliendo con attenzione tutta la polpa, in particolare lungo le costole del frutto, andando col cucchiaio in verticale dall’alto verso il basso e facendo la massima attenzione a non forare o rompere il Pomodoro stesso. Dobbiamo ottenere uno spessore uniforme di circa 1 cm
  • Una volta svuotato il Pomodoro, mettiamolo in una teglia da forno con il suo coperchio dentro, in modo da tenerli abbinati.

Preparazione del Riso

  • A questo punto della preparazione, dovremmo avere i nostri Pomodori svuotati nella teglia, abbinati ai loro cappucci ed una ciotola che contiene il loro succo e la polpa tolti durante lo svuotamento
  • Aiutandoci con una schiumarola, estraiamo dalla ciotola le parti solide e più grandi dei Pomodori e mettiamole su di un tagliere, dove con un coltello le ridurremo a pezzetti più piccoli , di circa 1 o 2 cm di grandezza
  • Ora versiamo nuovamente i pezzetti di Pomodoro nella ciotola assieme al succo ed ai Semi (se i semi non vi piacciono, potete toglierli prima passando il succo)
  • Aggiungiamo nella ciotola il sale, circa 1 cucchiaio di Olio di Oliva extravergine per ogni Pomodoro svuotato, uno spicchio di Aglio intero e pelato sempre per ogni Pomodoro e qualche foglia di Basilico fresco sminuzzata a mano grossolanamente. Vi consigliamo 4 o 5 foglie per ogni Pomodoro.
  • Aggiungiamo nella ciotola il Riso (circa due cucchiai per ogni Pomodoro), mescoliamo con un cucchiaio e lasciamo riposare da due e 5 ore coperto con uno straccio di cotone. Ogni ora possiamo mescolare nuovamente e ricoprire, fino a che il Riso non avrà assorbito tutto il liquido

Preparazione dei Pomodori

  • Quando il Riso avrà assorbito tutti i liquidi dei Pomodori, togliamo dalla ciotola l’Aglio ed i pezzi più grossi di Basilico e prepariamoci per riempire i Pomodori
  • Spennelliamo con attenzione ogni Pomodoro ed ogni cappuccio con Olio di Oliva e diponiamo i Pomodori nella teglia, lasciando lo spazio per le Patate a pezzi tra l’uno e l’altro. Quanto spazio lasciare dipende da quante Patate volete cuocere assieme ai vostri Pomodori
  • Con un cucchiaio riempiamo ogni pomodoro fino a circa 1 cm dal bordo. Quindi mettiamo sopra al Riso ½ spicchio di Aglio ed una foglia di Basilico fresca e copriamo con il suo cappuccio

Preparazione delle Patate

  • Laviamo con attenzione le Patate e tagliamole a spicchi (otto spicchi per una Patata) oppure, se usiamo patate novelle piccole, possiamo lasciarle tagliate in due sole parti. Noi non togliamo mai la buccia dalle Patate, ma se volete potete pelarle prima (perdendo il 90 % dei loro sali minerali)
  • Mescoliamo in una terrina gli spicchi di Patate, il Rosmarino tritato finemente, il sale e l’Olio di Oliva, poi versiamole nella teglia tra gli spazi lasciati dai Pomodori

Cottura

  • Spolveriamo i Pomodori chiusi con un pizzico di Sale ed un po di Pepe nero
  • Mettiamo la teglia in forno preriscaldato a 200°C gradi (statico) e cuociamo per circa 1 ora. Ci accorgeremo di essere arrivati alla fine della cottura dal colore dei coperchi dei Pomodori, che diventeranno ben scuri ed a tratti bruciacchiati, così come dalla cottura delle Patate
  • Lasciamo raffreddare un poco prima di servire, per non rompere i Pomodori che saranno leggermente attaccati alla teglia da forno 😉
    Si possono gustare caldi, tiepidi o freddi, sono in ogni caso squisiti e si conservano in frigo o in vassoi di stagnola per circa 3 o 4 giorni senza problemi

Note

L’unica accortezza da seguire è quella di fare la massima attenzione nello svuotamento dei Pomodori, badando a non incidere o rompere l’involucro esterno, per permettere la cottura del Riso senza che si secchi troppo ed in modo che assorba al meglio tutto i liquidi.
A seconda dei gusti, potrete tagliare la polpa a pezzetti, come suggerito, oppure frullarla per ottenere una texture più omogenea. Potete anche eliminare o meno i semini dei pomodori passandone il liquido. A noi piace mantenere tutto l’interno e tagliare a coltello la polpa, per un risultato più “rustico”
Secondo noi il risultato migliore si ottiene usando Riso Carnaroli semi integrale, che ha il giusto tempo di cottura e di “robustezza” per questo tipo di ricetta. Potete però ultilizzare anche del superfino Arborio o del Vialone nano.
Un’ultima raccomandazione, forse inutile....prima di mangiare un Pomodoro e dopo averlo scoperchiato (secondo noi una delle parti migliori da addentare è proprio il cappuccio croccante😋😋😋), tolgliete lo spicchio di Aglio 😆 poi aggiungete una macinata di Pepe nero e gustate !

Nutrition

Calorie: 369kcal | Carbohydrates: 48g | Proteine: 5g | Fat: 18g | Grassi saturi: 3g | Sodio: 14mg | Potassio: 774mg | Fiber: 5g | Zucchero: 4g | Vitamina A: 1025IU | Vitamina C: 39mg | Calcio: 31mg | Ferro: 3mg

Related Posts

Risotto con Germoglio di Catalogna e Carruba

Risotto con Germoglio di Catalogna e Carruba

Eccovi un risotto che unisce due campioni di nobile ed antica semplicità e salutarietà e che vi sorprenderà con il suo gusto incredibile ed articolato, come è impossibile attendersi 🤩 ⁣

🍂Risotto con Marroni, Salsiccia Garronese, Crema di Zucca e Bela Badia

🍂Risotto con Marroni, Salsiccia Garronese, Crema di Zucca e Bela Badia

Un tripudio di sapori d’autunno racchiuso in un risotto dal colore inconfondibile … Se avete voglia di una ricetta autunnale 🍂fuori dagli schemi, questa fa proprio per voi !