Paccheri fritti ripieni di Perlina e Speck con polvere di Datterino Giallo e Alta Badia profumati al Basilico alpino

⁣ᴘᴀᴄᴄʜᴇʀɪ ʀɪᴘɪᴇɴɪ ᴅɪ ᴘᴇʀʟɪɴᴀ ᴇ sᴘᴇᴄᴋ ᴄᴏɴ ᴘᴏʟᴠᴇʀᴇ ᴅɪ ᴅᴀᴛᴛᴇʀɪɴᴏ ɢɪᴀʟʟᴏ ᴇ ᴀʟᴛᴀ ʙᴀᴅɪᴀ ᴘʀᴏғᴜᴍᴀᴛɪ ᴀʟ ʙᴀsɪʟɪᴄᴏ ᴀʟᴘɪɴᴏ⁣ 🌱

In cucina, si sa, l’insuccesso è dietro l’angolo…non per essere sfigoparanoici 😜, ma quando si prova ad inventare qualcosa di nuovo lasciando il seminato per addentrarsi nella pura immaginazione gustocompositiva, non è detto che l’esperimento riesca al primo colpo e per di più bisogna fare i conti con gli imperscrutabili assaggiatori, che magari ribaltano il risultato alla Borghese 😂, assegnando un bel due meno ad un piatto che tu avevi giudicato vanagloriosamente con uno strameritato nove 😣⁣

Ecco, questo è invece un caso in cui la fortuna ha aiutato l’audace 🤙, perchè il risultato è ben al di sopra delle aspettative anche all’assaggio critico della inoppugnabile quanto autocratica giuria ⚖️, che ne ha confermato l’autoproclamata innovativa squisitezza 😋😋😋⁣

⁣Alla faccia del cuoco personale di Meghan Markle 😆, eccovi i nostri Paccheri ripieni fritti, impanati con povere di bucce di Pomodorino Giallo e ripieni di morbido Speck e di saporita Melanzana Perlina, il tutto profumato con fiori e foglie di Basilico Alpino e adagiato su petali di cremosa e sapida Alta Badia … ⁣

Croccantissimi e aromatici all’esterno, all’interno sfoggiano un cuore 💚 tenero di Speck e Melanzana, i cui sapori si compenetrano durante la frittura per dar vita ad un’esplosione di puro gusto !💥⁣

⁣Non sappiamo come meglio descriverveli se non consigliandovi molto caldamente di leggere la ricetta (stavolta è necessaria un po di pazienza e di attenzione all’archittettura 😉 del Pacchero, ma nulla di trascendentale) e preparare oggi stesso questi piccoli scrigni di gusto, che possono essere usati come gustoso primo piatto o come stuzzicante fingerfoood, anche in versione fredda.⁣

Cirò calabrese e tanta buona compagnia sono come sempre 🎉 propedeutici per una miglior degustazione della nostra piccola invenzione…⁣

Buona giornata a tutti e grazie per il vostro sempre maggiore supporto ed interesse al nostro piccolo lavoro giornaliero, che ultimamente non fa che riempirci di soddisfazioni e di nuovi stimoli 🙋🏻‍♂️🙋🏼‍♀️😘❤️!⁣


Stampa Pin
0 da 0 voti

Paccheri fritti ripieni di Perlina e Speck con polvere di Datterino Giallo e Alta Badia profumati al Basilico alpino

Una ricetta semplice e con pochissimi ingredienti, che scelti e assemblati con cura e pazienza sviluppa un potenziale davvero inaspettato !
Portata Antipasto, Primi Piatti
Cucina Internazionale
Keyword antipasti, Fingerfood, Fritto, Pasta
Preparazione 30 minuti
Cottura 10 minuti
Porzioni 12 Paccheri

Ingredienti 

Per la povere di bucce di Pomodoro

  • Pomodorini

Per i Paccheri ripieni

  • 12 Paccheri
  • 4 Melanzane Perlina
  • 6 Fette di Speck (tagliate a spessore maggiore)
  • 1 Uovo
  • qb Pane Grattugiato
  • qb Povere di Bucce di Pomodoro (da mescolare 1:1 col pane grattugiato)
  • Olio di Semi (per la frittura)
  • Formaggio (Alta Badia (MILA))

📖 Istruzioni 📖

Polvere di Bucce di Pomodoro

  • La preparazione è molto semplice. Vi basterà conservare lo “scarto” dei pomodori sbollentati e quindi passati nel passaverdure per ottenere una qualsiasi salsa di Pomodoro.
  • Disponete lo scarto (composto da bucce e semi) su un tagliere che metterete al sole a far asciugare per una giornata (oppure, se volete velocizzare il processo, disponete il preparato su un foglio di carta forno e passatelo in forno a 120°C per un’ora circa)
  • Una volta seccato il preparato, passatelo in un Mixer ad alta velocità (di quelli usati per macinare il Caffè o preparare lo Zucchero a velo) fino a che non sarà perfettamente polverizzato
  • Passate la povere ottenuta in un passino a maglie strette, per eliminare i residui non perfettamente macinati
  • Una volta preparata, la povere si può conservare chiusa in un barattolo in frigorifero per alcune settimane, pronta per altre ricette !

Paccheri Fritti ripieni

  • Mettete a bollire circa due litri di Acqua con una presa di sale. Quando avrà raggiunto il bollore, tuffateci i Paccheri mescolando per non farli attaccare tra loro.
  • Cuocete la pasta per circa i ⅔ del tempo di cottura indicato, facendo attenzione a non rompere i singoli Paccheri e a non farli attaccare. Vi consiglio di cuocere la pasta a fiamma spenta e con un coperchio per circa metà del tempo di cottura per ottenere un ottimo risultato
  • Estraete uno alla volta i Paccheri ed adagiateli su un tagliere in legno per farli raffreddare, nel frattempo preparerete il necessario per il ripieno
  • Sbucciate leggermente le Melanzane perlina e riducetele ad un diametro leggermente inferiore a quello interno dei Paccheri (dovrete fare qualche prova, ma si riesce subito a trovare la misura giusta)
  • Avvolgete una fettina di Speck intorno all’estremità di una Melanzana, quindi tagliatela in modo da non farla sovrapporre a se stessa. Ora inserite la Melanzana avvolta dallo Speck in un Pacchero freddo, tenendo il Pacchero stretto in mano per evitare la rottura e ruotando leggermente la Melanzana, come a volercela “avvitare” dentro
  • Una volta raggiunta l’estremità opposta del Pacchero, tagliate la parte eccedente e mettete fa parte il Pacchero ripieno, passando alla preparazione del prossimo fino ad aver esaurito tutti quelli preparati
  • Preparate adesso in un piatto un composto di Pane grattugiato e Povere di Bucce di Pomodoro in ugual proporzione, per l’impanatura dei Paccheri ripieni
  • Sbattete in una ciotola l’Uovo con un pizzico di sale, poi immergeteci uno ad uno i Paccheri ripieni che successivamente passerete nel composto di Pane Grattugiato e Polvere. Chiudete bene anche le estremità dei vostri Paccheri
  • Terminato il lavoro su tutti i Paccheri, friggeteli in abbondante Olio di Semi per circa 4 minuti, fino a che non saranno perfettamente dorati. Estraeteli dall’olio e poneteli a riposare per qualche minuto su un foglio di carta sopra a foglie di Basilico
  • Servite i vostri Paccheri fritti ripieni su un letto di riccioli di Formaggio Alta Badia assieme a qualche altra fogliolina di Basilico Fresco ed una spruzzata di macinato di Pepe

Note

L’unica difficoltà della ricetta è quella di dimensionare in maniera corretta le Melanzane, in modo che, una volta ricoperte dallo strato di Speck che ne favorirà la cottura durante la frittura, il diametro sia praticamente uguale quello disponibile all’internoi del Paccheri.
Per riuscire meglio in questa sfida, scegliete dapprima le Melanzane adatte, leggermente più larghe dei Paccheri, in modo da poterle “addomesticare” con un comune pelapatate, togliendo buccia e parte di polpa fino ad arrivare al diametro voluto.
Fate attenzione e siate precisi, perchè se la Melanzana sarà troppo stretta rispetto al diametro interno del Pacchero, tenderà ad uscire e inoltre l’uovo entrerà nello spessore lasciato vuoto. In caso contrario, rischierete di rompere il Pacchero forzando l’inserimento della Melanzana al suo interno.
E’ più semplice a farsi che a dirsi 😉, vedrete che dopo poco troverete la misura (e la mano) giusta... Preparate comunque qualche Pacchero in più, perchè è facile romperne all’inizio 😉

Related Posts

Cocotte Melanzana, Stelvio e Praga con Basilico e Paprika dolce

Cocotte Melanzana, Stelvio e Praga con Basilico e Paprika dolce

La prima delle ricette dedicate alle “coccottes”, piatti unici serviti in piccole pentole di ceramica antiaderenti e cotti direttamente in forno, per esaltarne i sapori e gli aromi, creando un bordo croccante e saporito. In questo caso ho usato delle melanzane e del prosciutto di Praga inserendo del formaggio Stelvio (Mila), insaporendo con basilico e paprika dolce.

Tartellette di Patate e Mele Alto Adige IGP con salsa allo Skyr e Speck Alto Adige IGP

Tartellette di Patate e Mele Alto Adige IGP con salsa allo Skyr e Speck Alto Adige IGP

Una coccola per parenti e amici, un’ottima idea per un brunch o un antipasto sfizioso durante le feste. Deliziose tartellette in cui il dolce, l’aspro e il sapido si sposano perfettamente, soprattutto assiemne a un buon bicchiere di vino. Il tutto poi con prodotti di Qualità Alto Adige !