Risotto con Germoglio di Catalogna e Carruba

Rɪsᴏᴛᴛᴏ ᴄᴏɴ Gᴇʀᴍᴏɢʟɪᴏ ᴅɪ Cᴀᴛᴀʟᴏɢɴᴀ ᴇ Cᴀʀʀᴜʙᴀ⁣


La cicoria asparago, detta anche Catalogna, è caratterizzata da una forma particolare che vede al centro di una serie di foglie verdi dalla forma irregolare dei grandi germogli, che ricordano un po’ gli asparagi e che vengono chiamati “Puntarelle”⁣

Pulire le Puntarelle è un’impresa non da tutti😁… vanno infatti eliminati la parte dura del gambo e le foglie verdi, lasciando i germogli centrali che devono poi essere “sfilettati” creando una serie di lunghi filamenti⁣

Per chi come me ha frequentato i mercati rionali romani, era comune ammirare la maestria con la quale donne sedute su vecchie sedie accanto ai banchi della verdura preparavano questi sfilacci, gettandoli poi in un catino d’acqua gelata attinta dal nasone lí accanto per farli arricciare e poi venderli in bustine di plastica trasparente.
Le puntarelle, infatti, sono una religione per la cucina romana e vengono tipicamente gustate con un condimento a base di olio evo, abbondante Aglio 😉, qualche filetto di acciuga, aceto o limone, sale e pepe. Ogni famiglia ha il suo mortaio dedicato a questo pesto, che – indovinate il perchè 😂 – non viene usato per preparare nient’altro !⁣

Oggi usiamo invece le Puntarelle sbianchite e poi saltate in padella fino a renderle croccanti😋, assieme a polvere di Carruba tostata per mitigarne i toni amari ed esaltarne l’aroma. Un accoppiamento intrigante tra due prodotti così nobili nella loro semplicità ed antichità.⁣

Sui benefici e sulle proprietà della Cicoria non ci dilunghiamo, ma sapevate invece che la parola “carruba” in Arabo vuol dire carato ? Il suo nome deriva infatti dalla credenza che i semi del carrubo pesassero tutti in modo identico e per questo anticamente venivano davvero usati come unità di misura per l’oro ⚖️. Per questo ancora oggi il Carato (0,2 grammi) equivale pressappoco al peso del seme del Carrubo.

Quindi eccovi un risotto che unisce due campioni di nobile ed antica semplicità e salutarietà e che vi sorprenderà con il suo gusto incredibile ed articolato, come è impossibile attendersi 🤩 ⁣. Un bicchiere di Morellino di Scansano sarà il degno compagno di questo risotto 😉

Trovate qui sotto la ricetta, per il procedimento che vi permetterà di ottenere la polvere di Carruba, potete guardare questa nostra precedente ricetta in cui viene utilizzata. Trovate le nuove bacche del Carrubo proprio in questi mesi autunnali, è il momento giusto per prepararla perché vi sarà utile in moltissime ricette ! 👍🏻⁣

Buona preparazione 🙋🏼‍♀️🙋🏻‍♂️😘 !⁣


Risotto Catalogna e Carruba
Stampa Pin
No ratings yet

Risotto con Germoglio di Catalogna e Carruba

Eccovi un risotto che unisce due campioni di nobile ed antica semplicità e salutarietà e che vi sorprenderà con il suo gusto incredibile ed articolato, come è impossibile attendersi 🤩 ⁣
Portata Primi Piatti
Cucina Italiana
Keyword Risotto
Preparazione 20 minuti
Porzioni 2 persone

Ingredienti 

  • 160 g Riso (Carnaroli)
  • 300 ml Brodo vegetale
  • 1 Mazzo Cicoria Catalogna
  • 1 Cipolla
  • 1 tbs Aceto
  • ½ Bicchiere Vino Bianco
  • 2 tbs Granella di Carruba tostata ((vedi articolo))
  • 2 tbs Olio Extravergine di Oliva

📖 Istruzioni 📖

  • Cominciamo col mondare la Cicoria Catalogna. Togliete le foglie e separate i germogli dalla parte centrale del cespo. Tenete le foglie da parte per altre ricette, lavate invece i germogli e quindi scolateli e tagliateli longitudinalmente in due o quattro parti, a seconda della grandezza.
  • Gettate i germogli in acqua bollente leggermente salata con un cucchiaio di Aceto per circa un minuto poi scolateli e tuffateli in acqua ghiacciata per mantenerne il colore
  • In una padella mettete l'olio evo ed i germogli scolati e fate brasare a fiamma alta per circa 8-10 minuti, fino a che acquisteranno un bel colorito scuro all'esterno, mantenendo il loro bel colore verde acceso all'interno
  • Togliete i germogli dalla fiamma e tenete da parte. nella padela calda mettete il Riso e fate tostare leggermente, poi sfumate col vino bianco ed appena l'alcool è evaporato, aggiungete la polvere di Carruba tostata.
  • Iniziate ora la cottura del Riso, aggiungendo subito la Cipolla intera nella padella e un poco di Brodo begetale per volta, sempre a fiamma alta e mescolando continuamente.
  • Continuate a cuocere per circa 18-20 minuti in questo modo ( tempo variabile a seconda della qualità del Riso che userete) sempre aggiungendo Brodo caldo e mescolando fino a completa cottura del Riso
  • Quando avrete completato la cottura e la consistenza sarà quella desiderata, togliete la Cipolla intera, aggiustate di sale e aggiungete i germogli di Catalogna e il Guanciale che avrete tenuto ben caldi. Mescolate leggermente e servite subito con una buona macinata di Pepe Nero

Related Posts

Bacelli ripieni di due Risi, Piselli, Quartirolo e Cardoncelli

Bacelli ripieni di due Risi, Piselli, Quartirolo e Cardoncelli

Una ricetta zero sprechi, che unisce la freschezza dei teneri Piselli alla sapidità del Quartirolo e all’aroma dei funghi Cardoncelli, racchiudendo tutto in un croccante e saporito involucro al profumo di Timo…

Riso semintegrale con Rabarbaro, Gorgonzola, Polline piccante e Aglio Nero

Riso semintegrale con Rabarbaro, Gorgonzola, Polline piccante e Aglio Nero

Sicuramente uno dei piatti migliori da me 🙋‍♂️mai ideati e assaggiati, non potete perdere l’occasione di realizzare questa ricetta, che è la quadra perfetta all’idea del risotto al Rabarbaro col Gorgonzola. Un piatto Gourmet da non mancare anche perché di facilissima realizzazione se si seguono i passaggi indicati, di basso costo e dal risultato assicurato ! 😍