Crostata al Pistacchio con Fragole e Rabarbaro

 

Crostata al Pistacchio con Fragole e Rabarbaro

 

Vi avevamo promesso nuove e spumeggianti ricette con il Rabarbaro ed eccone qua un’altra ! Questa crostata è sicuramente bella da vedere, ma soprattutto ha un sapore incredibile 🤩

La descriverei come la primavera in un morso 🌸🌼. Il connubio tra il sapore intenso e cremoso della frutta secca un pò invernale ed una sferzata di primavera, grazie alla nota aspra della frutta fresca 😋🙊

Partiamo dalla base : Una frolla Milano al profumo di Lime con un frangipane al pistacchio di Bronte. Poi il tutto viene ricoperto con un velo di composta di Fragole e Rabarbaro fatta in casa e, per concludere in bellezza, decorato con tre creme di Skyr : classica, alla Fragole e Rabarbaro e al Pistacchio.

Le creme di Skyr donano al dolce un vero twist di freschezza, aiutando anche a bilanciarne perfettamente la dolcezza. Ormai sapete che adoro usare lo Skyr nelle mie preparazioni, non è più un segreto🙊🤩

Non è sicuramente un dolce leggero, non provo neanche a vendervelo come tale 🤣, però con il clima fresco e piovoso di questi giorni, cade a fagiolo ! 😁 basti dire che il buon 50% salato di questo blog 🧔🏻, colui che con i dolci non va poi così a nozze, a questa torta a dato un bel 10 pieno 🙌🏼😎

Lo so che a vederla potrebbe sembrare intimidente, ma vi assicuro che i passaggi sono tutti molto semplici e le preparazioni veramente classiche.
Se non mi credete, leggete subito la ricetta qui sotto e vi convincerete sicuramente ! Intanto auguriamo buon inizio di week a tutti 🙋🏼🙋🏼‍♀️😘


Stampa Pin
4 da 1 voto

Crostata con frangipane al pistacchio

Croccante e cremosa con un intenso gusto di Pistacchio ed una fresca nota di frutta. Un perfetto equilibrio tra frutta secca e frutta fresca, asprezza e dolcezza, ma soprattutto cremosità e croccantezza. Un dolce semplice anche se composto da diverse preparazioni, un must se volete impressionare i vostri ospiti.
Portata Dolci, Torte
Cucina Internazionale, Italiana
Keyword dolci
Preparazione 2 minuti
Cottura 25 minuti
Tempo totale 28 minuti
Porzioni 16 Porzioni

Ingredienti 

Per la Frolla Milano al profumo di Lime

  • 225 g Farina 00
  • 125 g Zucchero Semolato
  • 125 g Burro (freddo a cubetti)
  • qb Sale
  • 1 scorza di Lime (biologico)
  • 1 Uovo (small, allevamento a terra)

Frangipane al Pistacchio di Bronte

  • 130 g Burro (morbido, pomata)
  • 130 g Zucchero a velo
  • 100 g Pistacchi di Bronte
  • 30 g Farina di mandorle
  • 2 Uova (small, allevamento a terra, a temperatura ambiente)
  • qb Sale
  • 1 tbsp Rum (opzionale, scuro, invecchiato almeno 5 anni)

Per le Creme allo Skyr

  • 150 g Skyr (di ottima qualità, noi Mila)
  • 110 g Panna da montare
  • 10 g Fissante per Panna (noi San Apart di Kuechle)
  • 45 g Zucchero a velo
  • 50 g Crema al Pistacchio di Bronte (trovate la ricetta nel blog)

Per la composta Fragole e Rabarbaro

  • 100 g Fragole
  • 100 g Rabarbaro (coste)
  • 65 g zucchero
  • 1/2 cucchiaio Pectina ((fruttapec 3:1))

Per la decorazione

  • qb Fragole (fresche bio per la decorazione)
  • qb Pistacchi di Bronte (granella)

Istruzioni

  • Queste dosi sono calibrate per una torta da 25x25 cm, potete realizzarla tranquillamente anche rotonda, ma in quel caso dovete aggiornare la tabella. Una tortiera quadrata da 25cm equivale circa ad una tonda da 28cm, ovvero 16 porzioni.
  • La torta è composta da diverse preparazioni base della pasticceria, ma nessuna necessita di utensili particolari e può essere realizzata tranquillamente soltanto con ciotole della grandezza giusta, una marisa ed una frusta.

Per la composta di Fragole e Rabarbaro

  • Visti i tempi di raffreddamento, vi consiglio di realizzare come prima cosa la composta di fragole e rabarbaro. Nella ricetta trovate le dosi necessarie a questa ricetta, ma potete tranquillamente abbondare 😋 E’ deliziosa e si conserva molto bene.
  • Mettete in una pentola le Fragole lavate e tagliate in quattro assieme al Rabarbaro tagliato a fettine sottili ed allo Zucchero, la Pectina e mezzo bicchiere di acqua fredda. Fate sobbolire per 30 minuti, quindi frullate con un frullatore ad immersione e cuocete ancora a fuoco basso per 15 minuti.
  • Ora togliete dal fuoco e fate raffreddare completamente prima di usarla.

Per la Frolla Milano al profumo di Lime

  • Realizzare la pasta frolla è davvero molto semplice, vi consiglio di realizzarla a mano con il metodo della sabbiatura.
  • In una ciotola capiente versate la farina, lo zucchero, il sale, la scorza di lime ed il burro freddo tagliato a cubetti. Sfregate il composto tra le mani cosi a lungo finche il burro non risulterà tutto completamente sbriciolato e racchiuso nella farina.
  • Quando il composto avrà ottenuto l'aspetto di sabbia bagnata, potrete aggiungere l'uovo sbattuto precedentemente. Incorporate tutto fino a che l'impasto non risulterà omogeneo. Non lavoratelo troppo o scalderete il burro.
  • Formate una palla, schiacciatela bene formando un disco (di forma quadrata o tondo in base alle forma che volete usare) avvolgetelo bene con della pellicola e riponete a raffreddare per almeno 20 min.

Per il Frangipane al Pistacchio di Bronte

  • Mentre la pasta frolla riposa in frigorifero passate alla preparazione del frangipane.
  • Pesate Pistacchi e Mandorle e tostateli in padella medio calda per una 10 di minuti. La frutta secca sarà pronta quando inizierete a sentire un ottimo profumo di Pistacchi🙃
  • Togliete la padella sul fuoco e lasciate raffreddare la frutta secca, poi passatela in un cutter fino ad ottenere una granella/farina medio fine. Potete tagliare la frutta anche a coltello, ma ci impiegherete di più. In quel caso fate attenzione ad ottenere la grana classica della farina di frutta secca.
  • Date alla frutta secca il tempo di raffreddare prima di usarla per il composto.
  • In una ciotola capiente versate il burro morbido e lavoratelo a mano con una Marisa finche non si sarà trasformato in una crema.
  • Aggiungete lo zucchero a velo ed incorporatelo bene al composto. Dopodiché aggiungete le uova una alla volta e lavorate bene prima di inserire l'altra. In questo caso è molto importante che le uova siano a temperatura ambiente, altrimenti il burro tenderà a raggrumarsi nuovamente.
  • Una volta lavorate le uova, potete inserire la farine di frutta secca ed amalgamare bene il tutto con il goccio di rum riportato in ricetta. Il rum dona una leggerissima nota al frangipane, ma se non vi piace potete tranquillamente ometterlo.
  • Ora che il frangipane è pronto, lasciatelo da parte a temperatura ambiente finché non servirà.

Per la Crostata

  • Una volta preparato il frangipane la pasta frolla avrà riposato abbastanza da poter essere usata.
  • Stendete la pasta frolla e ricoprite il vostro stampo ricordandovi sempre di bucherellare il fondo della frolla. Per un risultato ottimale vi consiglio di riporre il guscio di frolla per alcuni minuti in freezer mentre aspettate che arrivi a temperatura il forno.
  • Una volta arrivato a temperatura il forno estraete dal freezer la vostra frolla e ricopritela con il frangipane creando una strato uniforme.
  • La crostata cuocerà in modalità statica per 25 minuti a 175°C. Una volta cotta estraete la vostra crostata dal forno e lasciatela raffreddare completamente prima di sformarla dalla teglia.

Preparazione della Crema base allo Skyr

  • Mentre la crostata cuoce e poi si raffredda, potete passare tranquillamente alla preparazione delle creme che andranno conservate in frigo fino al momento dell'utilizzo.
  • Per realizzare le creme si inizierà preparando la crema base con lo Skyr che andrà poi divisa in tre parti aggiungendo i vari gusti. La restante crema di Skyr andrà versata in un sac-a-poche e messa in frigo a riposare assieme alle altre.
  • In una ciotola capiente aggiungete lo Skyr e lavoratelo con lo zucchero a velo. Aggiungete al composto la panna e montatelo fino ad ottenere un composto cremoso. Aggiungete il quantitativo indicato di fissante per panna e continuate montare finche il composto non risulterà ben denso tanto da non cadere facilmente dal mestolo.
  • Come sempre vi consiglio la massima attenzione con il fissante per panna, in quanto ogni marca ha una forza d'azione diversa, iniziate con un cucchiaino per volta ed aggiungete fino alla densità necessaria.

Per la Crema al Pistacchio di Bronte

  • In una ciotola di piccole dimensioni versate 50g di Crema base appena preparata e 50g di crema di pistacchio. Mescolate bene il tutto e versatelo all'interno di una sac-a-poche e mettete a riposare in frigorifero.
  • Se vi piace l'effetto in foto vi consiglio di usare delle bocchette con disegni e grandezze diverse in base al gusto della crema.

Per la Crema di Fragole e Rabarbaro

  • In una ciotola di medie dimensioni versate 80g di crema allo Skyr e 100g di marmellata di Fragole e Rabarbaro. Mescolate bene tutto, versate in una sac a poche e mettete a riposare in frigorifero.

Assemblaggio e decorazione

  • Una volta che la crostata si sarà completamente raffreddata, sformatela e ponetela sul vostro piatto di portata.
  • Prendete i 140g di marmellata di fragole e rabarbaro e versateli in una ciotolina dove potrete mescolarla bene per alcuni minuti in modo da poterla spalmare con più facilità. Versate la marmellata sulla torta e ricoprite tutta la superficie del dolce.
  • A questo punto non vi resta che sbizzarrirvi con la fantasia e creare dei ciuffetti delle varie creme a guarnire la crostata.
  • Vi consiglio di cominciare con la crema base e di realizzare con quella i ciuffi più grandi, poi continuare con quella alla composta ed infine usare quella al pistacchio.
  • Tagliate alcune fragole fresche e posizionatele sulla crostata. Terminate con un pò di granella di pistacchi.
  • Ed ecco a voi la vostra crostata pronta da essere gustata 😍. Un dolce con alcuni passaggi in più rispetto al solito, ma estremamente semplice da realizzare e di grandissimo effetto, soprattutto nel gusto 😎
  • La crostata si mantiene in frigo fino ad una settimana. Vi consiglio di estrarla dal frigo una 10 di minuti prima di gustarla!

Note

Ovviamente potete usare la ricetta per la crema di pistacchio di Bronte che trovate sul blog o comprarne una pronta. Nel caso vogliate acquistarla, fate attenzione alla qualità della crema, leggendo attentamente la quantità di zucchero contenuta.
Al posto di fare in casa la vostra composta di fragole e rabarbaro, potete tranquillamente usarne una confettura confezionata, ma fate attenzione alla quantità di zucchero contenuta, altrimenti rischiate di ritrovarvi con un prodotto finale molto dolce.
Nel caso infine in cui non abbiate le bocchette da sac-a-poche potete tranquillamente creare dei ciuffi di diverso diametro tagliando l'apertura delle sac-a-poche usa e getta di diversa grandezza. Vi consiglio di usare l'effetto a ciuffo liscio, soprattutto se optate per una crostata tonda.
Se poi non avete a disposizione delle sac-a-poche usa e getta, potete tranquillamente usare i sacchetti per alimenti usando un solo angolo del sacchetto 😉

Related Posts

Fusilli Zucchina e Speck, con Pistacchi e Semi di Zucca tostati

Fusilli Zucchina e Speck, con Pistacchi e Semi di Zucca tostati

Ancora un piatto a base di sapori autunnali, con Zucchine e Speck a cui si unisce la croccantezza ed il sapore del tostato, da provare assolutamente !

Crostata di Mirtilli e Frangipane leggero al Limone

Crostata di Mirtilli e Frangipane leggero al Limone

Un croccante guscio di pasta frolla ripieno di composta ai Mirtilli e delicato Frangipane al limone



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: